14.12.11

[RECE] I Soliti Idioti


Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio approdano al cinema, tentando il colpaccio con i personaggi che li hanno resi famosi nella trasmissione in onda su MTV e, sostanzialmente, si tratta ancora delle stesse scenette a cui ci hanno già abituati, con la sola differenza che adesso ci ritroviamo a guardarli sul grande schermo.
A dirla tutta c'è anche dell'altro, infatti per l'occasione tutti o quasi i personaggi sono legati tra loro da una trama, un filo conduttore. Trama che, inutile dirlo, potrebbe benissimo stare tutta in un kleenex usato, e sono certo che avanzerebbe anche un sacco di spazio.
La parte da leone la fanno i protagonisti di Father e Son, impegnati nel lungo viaggio, non senza qualche cambio di rotta inaspettato, problemi e scommesse varie, da Milano verso Roma, alla volta della chiesa nella quale, almeno sulla carta, è previsto il matrimonio di Gianluca con la storica fidanzata Fabiana.

Senza prenderci troppo in giro, e lo dice uno a cui piace la maggior parte dei personaggi partoriti dalla mente del duo, la trama è un misero pretesto per (ri)portare in scena un'accozzaglia di sketch, alcuni dei quali, oltretutto, già visti, con l'aggiunta di parecchie parti cantate, quasi fosse una sorta di grottesco musical.
La cosa del riciclare situazioni già fatte e rifatte è, almeno per me, un pò un imborglio nei confronti di chi ha creduto in loro e li ha supportati.

Tralasciando questo aspetto il film è una delusione sotto quasi tutti i punti di vista: trama assente, situazioni ridicole e quella sensazione di terribilmente già visto che ti prende dal primo minuto e non ti abbandona finchè non si arriva ai titoli di coda.
Spero che Mandelli e Biggio tornino a fare quello che sanno fare meglio, quegli sketch che, presi poco alla volta, sono veramente uno più bello dell'altro.
Peccato che questo film sia decisamente di un altro livello.

Se potete evitatelo che tanto non vi perdete nulla, però se morite per Father e Son, Ruggero DeCeglie e i suoi metodi risolutivi uno sguardo potete anche buttarcelo.