10.1.13

Palle auree




Qualche tempo e abbastanza post fa scrivevo che se quest'anno Radamel Falcao non avesse ottenuto il Pallone d'oro l'unica cosa onesta da pensare sarebbe stata che il calcio dovesse concretizzarsi proprio come una bella cazzo di merda.
Beh, come volevasi dimostrare.
Non è tutto oro quel che luccica, certo, ma la puzza è comunque tanta.

E' strano come più il calcio lo guardo da fuori, estraniandomi il più possibile dal mio io appassionato per cercare di avere una visione quanto più completa e libera da pregiudizi, e più mi sembra tanta ricerca dello spettacolo e poca, ma veramente poca, sostanza.
Proprio come il wrestling degli ultimi anni, né più né meno.

E non è certo una bella cosa, eh.

5 commenti:

MMS ha detto...

Messimaniinpastaconglisponsorolè!

il Dave ha detto...

Ahahahhahahah basta guardare la giacca che si è messo, del resto :asd:

MMS ha detto...

Hahahahahahahahaha!!
Non ci avevo fatto caso. Ridicolo. xD

Luigi Siviero ha detto...

Sì, perché gli altri sono senza sponsor...

il Dave ha detto...

In realtà questo non era un post nato per parlamentare degli sponsor, ma per la buffonata del Pallone d'oro in sé.

Da un punto di vista esclusivamente pratico non mi sembra che Messi quest'anno abbia fatto granché, mentre Falcao -oltre alla splendida vittoria contro il Chelsea che ha significato una coppa nuova nuova in bacheca- ha portato avanti il suo Atletico Madrid che è tuttora al secondo posto subito dietro il Barcellona, facendo molto bene anche nella sua nazionale, la Colombia (1 a 1 con il Brasile, nell'ultimo evento), mentre Messi non è riuscito a fare una misera rete neanche contro la modestissima Arabia Saudita.

Insomma, basandomi solo sul rendimento in campo, resto del parere che questo riconoscimento sarebbe stato decisamente più adatto a Falcao meravigliao.
Tutto qua.