25.7.12

Pulp Fiction - Mia


Mia Wallace presa in prestito da Pulp Fiction, il capolavoro di Tarantino che riguardo (e che obbligo a guardare alle giovani menti in formazione) sempre volentieri.

3 commenti:

Liutprando ha detto...

Perchè è così vecchia e segnata in viso?

E perchè tu continui a copiare impunemente (e male) Carnevale senza nulla aggiungervi di tuo?

Io ti consiglierei di concentrarti meno sullo "stile" (che, appunto, mutui di peso da un disegnatore perfettamente maturo e consapevole che ad una simile stilizzazione ci è arrivato dopo uno studio intenso) e di puntare invece alle basi del disegno. Basi in cui sei ancora piuttosto debole, come dimostrano frequenti e ingiustificate asimmetrie (prova a guardare specchiati alcuni tuoi disegni) e molte deformazioni gratuite e poco studiate.

Allo stile, all'espressionismo degli inchiostri inizi a pensarci poi magari.

Liutprando ha detto...

Nota a margine, impara pure a scansionare meglio e ad aggiustare in photoshop i tuoi disegni. I neri son sempre puntinati di bianco e poco uniformi.

il Dave ha detto...

Ottimo Liutprando!